... ... ...

SITE MAP

COUNTRIES

BREEDS

INTERVIEW

SOCIAL

SPORT

SHOW

CONTACT

Presentation... Results... Best in Show... Group... Article...

   

 Netherlands - Amsterdam Winner Show - 26/27.11.2011

 

Louis de Liedekerke - Costanza Ferraris

 

 

Amsterdam Winner Show 2011

La cinofilia olandese nasce verso la fine del XIX secolo con il nome di Cynophilia. All’inizio del XX secolo il nome cambia per diventare Raad van Beheer. Sono trascorsi molti anni. Oggi l’esposizione di Amsterdam festeggia i suoi 122 anni. Anche se la crisi è riuscita a toccare anche la cinofilia olandese, questa edizione ha riunito 4250 cani. Se pensiamo che l’Europea di Leewarden (2011) aveva appena riunito 7240, l’Amsterdam Winner Show non si può certo lamentare.

Di esposizioni ce ne sono state veramente tante questo anno legate anche al Centenario della FCI, e la gente inizia a farsi due conti in tasca. 4250 cani iscritti non è poi così male”  ci spiega Rony Doedijns, responsabile della mostra.

Il catalogo è scritto in due lingue, olandese e inglese. Questo dimostra l’internazionalità di questa mostra che attira sempre di più espositori inglesi da quando è caduto il muro della quarantena. L’esposizione di Amsterdam attira gli espositori per la sua organizzazione, i suoi stand, il suo pubblico ma anche per il suo titolo onorifico e il suo CAC che vale per due. I vincitori dei raggruppamenti oltre che a vincere la coppa riceve un buono che permette loro di iscrivere il cane all’edizione del 2012. L’Amsterdam Winner Show è anche una delle ultime possibilità per qualificarsi per il Crufts dell’anno successivo. Quest’anno poi per la prima volta il proprietario del cane qualificato per il Crufts non ha più bisogno di registrarsi presso il Kennel Club. L’Ente Cinofilo Olandese invia direttamente al Kennel Club la lista dei vincitori qualificati per il Crufts. Ai proprietari resta soltanto di iscriversi al Crufts come lo si fa per una esposizione normale. La qualifica vale ovviamente soltanto per le razze riconosciute dal Kennel Club.

Ring e ring d’onore un po’ diverso

I ring sono divisi i due grandi hall. La loro grandezza permette anche ai grandi cani di mostrarsi in tutto il loro movimento. Spettacolari erano i ring dei levrieri dove si poteva ammirare la potenza abbinata alla grazia di questi figli del vento. 160 erano i soggetti iscritti fra i quali 36 Saluki. Il re di questo raggruppamento è stato un Levriero Irlandese nato in Olanda.

Altri due gruppi imponenti erano il gr1 con quasi tutti le razze presenti e il gr7 dove si sono potute ammirare delle razze quasi del tutto sconosciute sui nostri ring come i Munsterlander, i vari Epagneul francesi (Ep. bleu de Picardie, Ep. Picard) oppure l’Hamiltonstövare. Prima di entrare nel ring d’onore i vincitori dei BOB si riunivano in due vasti pre ring dove i giudici avevano tutto il tempo per giudicarli uno a uno. Nel ring d’onore dopo una pre selezione velocissima, il giudice selezionava i primi tre. Il giudice del BIS aveva soltanto due gradini da riempire: il primo e il secondo. L’onore di scegliere il re della manifestazione è andato al giudice italinao Avv. Paolo Dondina che dopo Westminster e il Crufts non poteva che fare la tripletta con Amsterdam.

L’Avvocato a scelto il Petit Basset Griffon Vendéen e il Cavalier King Charles, entrambi di allevamento inglese.

Due parole con Avv. Paolo Dondina sul BIS

Il soggetto vincitore ha un movimento straordinario. Si presenta in ottime condizioni. Aggiungo anche due parole sull’handler che in questo caso ha pure lui la sua parte di merito. Egli accompagna il cane mettendo l’animale in risalto e non se stesso come si vede fare ultimamente da alcuni handler. Ho avuto oggi il piacere di giudicare la razza, ma questo cane fu scelto da me, al BIS al crufts di questo anno, come RBIS. Il secondo, il Cavalier King Charles, mi ha colpito molto. La sua linea dorsale, oggi, non era così perfetta come lo era ieri, ma la sua testa, quella non è cambiata.” Se il padrone del Petit Basset Griffon Vendéen poteva essere fiero del suo risultato, l’Avv. Paolo Dondina immagino che sia altrettanto fiero per essere entrato nella storia per aver giudicato nello stesso anno il BIS di Westminster, del Crufts e dell’Amsterdam Winner. Tre podi veramente internazionali.

 

 
     

Presentation... Results... Best in Show... Group... Article...

 
COUNTRIES BREEDS A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z INTERVIEW SOCIAL SPORT SHOW CONTACT

EUROPEANDOG.COM Copyright © 2011           

home  Site Map