116 INTERNATIONAL SHOW DOG BRUSSELS 2012 - Louis de Liedekerke - Costanza Ferraris

 Presentation Article Results Group 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Best in Show Judges Various

 

     
  Belgium - 8 9 December 2012 - Show Dog Brussels  
     
  ARTICLE...  
     
     
  >>>  
     
  Nuove da Bruxelles
8-9 dicembre 2012
 
     
 

Sono passati quasi due mesi da quando la FCI ha confermato all’Ente Cinofilo Belga (Société Royale Saint Hubert) che sarebbero stati loro ad organizzare l’Eurodogshow 2016. La macchina si è messa già in moto. Fra le numerose decorazioni di Natale che rallegravano il Brussel Expo, vi era anche il logo dell’Europea 2016 che scintillava fra le sfere illuminate dell’Atomium. Al centro, tre Cani di Saint’Hubert con il tricolore belga che camminano come delle soubrette, fiere di essere al centro dell’attenzione. L’Ente Cinofilo Belga ha nominato la Sig.ra Nelly Mast-Gelders alla direzione generale dell’organizzazione. Non possiamo che augurarle un grande in bocca al lupo.

 
     
   
     
 

L’edizione di questo anno ha visto un afflusso di quasi 4000 cani. Questo numero conferma un’altra volta che l’Internazionale di Bruxelles fa sempre parte di quel numero sempre più ristretto di mostre che sorpassano la quota dei 3500 cani iscritti. Dal punto di vista internazionale questa manifestazione attira l’attenzione degli espositori di mezza Europa. Se il Belgio è ovviamente al primo posto con 1914 cani iscritti, la Olanda segue con 601 cani. Sorprendente è stata la crescita negli ultimi anni della Francia (838) seguita dalla Germania (211) e dall’Inghilterra (107). I vicini di oltre manica amano molto le mostre belghe e olandesi. Da quando il Pet Passport ha aperto loro le frontiere delle mostre straniere, sono molti gli espositori che decidono di scoprire il brivido delle mostre internazionali. Gli appassionati cinofili russi sono un po’ ovunque con i loro amici a quattro zampe: impeccabili nei loro vestiti (quasi delle divise), impeccabili nella presentazione e impeccabili anche nella puntualità. Per spostarsi haanno anche creato una compagnia di viaggio con bus attrezzati per spostamenti cinofili. L’Italia si trovava con 18 presensenze anche perché nella stessa data si svolgeva l’Int di Erba.

 
     
   
     
 

Anche se facile da raggiungere in aereo, sono molti quelli che hanno preferito le mostre più vicine soprattutto in questa stagione dai fiocchi di neve facili. Un piccolo colpetto al numero delle iscrizioni è stato dato dall’assenza dei paesi scandinavi visto che durante lo stesso fine settimana si svolgeva l’Int di Helsinki. Per chi veniva da lontano la scelta poteva andate su Celje (SLO), oppure Wels (A). La gara delle date è diventata quasi una caccia. Crearsi una nicchia lontana dalle altre date è diventata una vera strategia e vi sono anche dei paesi che “rubano” il fine settimana all’altro paese. Non tanto per cattiveria ma gli appuntamenti sono diventati così numerosi che è difficilissimo mettere una “X”  sul calendario senza calpestare i piedi a qualcuno. Così l’Europea di Ginevra (2013) ha preso lo stesso fine settimana dell’Internazionale di Lussemburgo che ha spostato la manifestazione di una settimana (7-8 settembre 2013) mentre l’Int di Amstedam avrà luogo il 14 e 15 dicembre 2013, data occupata precedentemente da Bruxelles. Un vero terremoto nel calendario cinofilo. Bruxelles non avrà dunque più luogo in dicembre ma il 21 e 22 settembre 2013. Aggiornate il calendario cinofilo in attesa di altri cambiamenti.

 
     
   
     
 

A differenza dei loro vicini olandesi un po’ tiratini, le mostre belghe offrono molti premi. Un ‘incoraggiamento è dato non solo alle classi “adolescenti”, ma anche ai classificati “molto buoni”. Il troppo stroppia ? forse ma in questo periodo di crisi dove tutto sembra grigio (compreso il cielo), il tocco colorato di una coccarda rende anche il Molto Buono più .... luminoso.

 
     
     
     
  Ring d’onore   
     
 

Il ring d’onore non poteva che essere natalizio. I vincitori facevano quasi magra figura di fianco agli alberi di Natali addobbati per l’occasione. I fiocchi dorati davano al podio un aspetto più pomposo.

 
     
   
     
 

La scelta finale è stata fatta da M. Zidar (SL). Egli aveva a disposizione 10 premi. Se da un lato egli non era costretto a sceglierne soltanto tre, scartando gli altri, dall’altro gli aspettava il duro compito di classificarli tutti dall’ultimo al primo. Dunque, dopo un giro nel ring d’onore, tutti fuori per un ultimo momento si suspence. Per la prima volta non c’era nessun Italiano a fare battere il nostro cuore. E’ soltanto alla fine che abbiamo scoperto che il Clumber Spaniel (RBIS), Bears Bay Full Speed To Cape Lewisporte di proprietà olandese (prop: D. Counotte/De Vree) è nato in Italia.. Suo padre, il Mulit BIS BISS Camp. Clussexx Chance Encounter (varie volte BIS), di allevamento americano, appartiene allo stesso proprietario di Bears. La madre, Wymeswold Cartagena appartiene a Sig.re Cigala (IT) ma è di allevamento olandese. Il Vincitore della RBIS di Bruxelles ha appena 12 mesi. Era iscritto in classe giovane. Entrato nel ring dei giovani era stato proclamato dal Sig.re Christian Stefanescu (RO) Miglior Giovane della Giornata. Bears aveva sconfitto altri 7 Clumber Spaniel con il giudice Jos De Cuyper (B)

 
     
     
     
 

Il primo posto è stato dato al Pechinese russo, Billi Boy Iz Sanraiz Dragon. Poche le parole della vincitrice che era molto fiera di sottolineare che nel suo cane scorre solo sangue russo.

 
     
  >>>  
     
 

 
 

 
 

 

 
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
 
   
   

 

 

COUNTRIES BREEDS A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z INTERVIEW SOCIAL SPORT SHOW CONTACT

EUROPEANDOG.COM Copyright © 2011           

home  Site Map