... ... ...

SITE MAP

COUNTRIES

BREEDS

INTERVIEW

SOCIAL

SPORT

SHOW

CONTACT

Presentation - Article - Results

 BELGIUM - LOMMEL - 35e CAC  - 10.06.2012

<<<    >>>

Louis de Liedekerke - Costanza Ferraris 

 

 
 

35e Internationale Hondenshow der Zuiderkempen met C.A.C.

 
     
 

KKUSH - URCSH - KYNOLOGENVERENIGING MOLDERNETE

 
     
 

Article

 
     
     
     
 

Lommel fra storia e geografia

 
     
 

Lommel si trova nella parte fiamminga del Belgio, a solo qualche chilometro dalla frontiera tedesca. Per gli storici, qui si trova il più grande cimitero militare tedesco. Ci sono 20.000 croci, ognuna delle quali vale per due tombe. Assai poco conosciuta fuori frontiera fino a qualche mese fa, il suo nome ha segnato per alcuni giorni le pagine della cronaca internazionale quando il 13 marzo un pullman è andato a sbattere contro un muro di un tunnel svizzero. Molti dei bambini vittime di quell’incidente provenivano da questo posto.

 
     
  Successo crescente della nazionale di Lommel  
     
 

In un mese alquanto bagnato, l’esposizione di Lommel ha avuto la fortuna di svolgersi sotto un bel sole primaverile. Da una decina di anni questa nazionale vede il suo numero di cani in crescere di anno in anno. Quest’anno il numero ha raggiunto i 1350 iscritti, e pensare che il gruppo cinofilo locale era assai preoccupato della riuscita della mostra. Durante lo stesso fine settimana a soltanto qualche chilometro, nella città di Tilburg (NL) si svolgeva un CACIB.

 
     
 

Questo numero crescente di cani è anche legato al nuovo regolamento belga che riguarda l’allevamento. Per poter riprodurre i due futuri genitori devono aver ottenuto almeno un “buono” in una mostra belga con un giudice belga. Le mostre nazionali hanno più giudici belgi di una internazionale. Ci sono dunque molte più razze ad essere giudicate da un giudice locale. Questo fa lievitare notevolmente il numero degli iscritti, facendo a volte perdere il controllo dell’organizzazione. Per Lommel non è stato affatto il caso visto che da alcuni anni, per l’ottima organizzazione della manifestazione, il numero crescente degli iscritti aveva fatto potenziare la struttura dell’evento.
Il gruppo cinofilo, visto il successo, ha deciso di mettere alcuni ring all’esterno. Un vero colpo di fortuna il cielo blu. Questa giornata si è trasformata in una gradevole “pasquetta”. I prati esterni sono stati presi d’assalto dagli espositori che, in attesa del loro turno, hanno improvvisato un mega picnic. Non potevano ovviamente mancare nel menù le pommes frittes nazionali.

 
     
 

I giudizi sono iniziati alle 10.00. All’esterno del quartiere fieristico, uno squadrone di posteggiatori volontari dirigevano a bacchetta tutti gli automobilisti. Nessuna coda e nessun innervosimento. Finito l’arrivo delle macchine, una volante della polizia è venuta non solo a controllare la viabilità delle strade usate a mo’ di parcheggio ma anche se all’interno erano stati lasciati dei cani.
A differenza dell’Italia il CAC viene assegnato fra la classe intermedia, libera, lavoro e campione. Il CAC viaggia sempre con il CACIB anche se il vincitore è già campione belga.
Come ben si sa in Belgio si parlano due lingue: il francese e il fiammingo. L’introduzione del catalogo è scritta in due lingue mentre le razze sono elencate secondo il nome del proprio paese. Così il nostro Mastino Napoletano, per esempio, non diventa un Neapolitan Mastiff e neanche un Mâtin de Naples. La linea sotto però, la razza è scritta in fiammingo e in francese.

 
     
 

Il ring d’onore era ben strutturato. Su un lato il pre ring (forse un po’ piccolo, per il numero dei cani presenti) mentre l’uscita era sul lato opposto, evitando così gli scontri fra quelli che uscivano e quelli che entravano.
Un occhio speciale va verso il raggruppamento dei giovani perché questi vincitori sono il futuro della cinofilia. I giovani sono la nuova forza e anche numerosi. Davanti a questo raggruppamento vi sono varie correnti: fare come la Francia che fa dieci raggruppamenti oppure fare entrare tutti i giovani in una sola volta? Nel primo caso il giudice rischia di trovarsi davanti a soltanto due o tre cani, mentre nel secondo caso vi è il rischio di trovarsi anche davanti ad un centinaio di cani. Se il ring d’onore non è abbastanza vasto i soggetti sono disposti su due linee coprendo i primi entrati, mentre se è ampio il giudice deve fare una maratona per vederli tutti. Discutendo di questo alcuni giudici hanno ricordato che vi è anche un’altro metodo quello di fare entrare, sì, tutti i giovani in un solo ring ma farli entrare a gruppi. Il giudici così può sceglierne tre o quattro, secondo l’importanza del gruppo, facendo uscire immediatamente i non selezionati del gruppo. Questo riduce i soggetti presenti nel ring ma anche la lunghezza del ring d’onore che dovrebbe essere rivolto non solo ai giudici ma anche al pubblico.

 
     
 

Ad accogliere tutti i migliori giovani c’era J-F Vanaken (B). Una scelta non facile visto l’alta qualità dei soggetti presenti. Al primo posto è salito il Siberian Husky, Kailua Snowmist Carbon (B), al secondo il Cocker Spaniel, Royalty Inc Cheers Matey (NL), Zwergschnauzer nero argento, Kobresia of Baecker’s Garden (B).

 
     
 

Il ring dei Best of Breed è stato giudicato da Laurent Pichard (CH). Egli ha avuto il compito di piazzare i dieci vincitori dall’ultimo al primo. Sul primo gradino è andato il Welsh Corgi Cardigan, sul secondo l’Akita Americano, Melodor Hotter Han Hell, e sul terzo il Leonberger, Hakuna C. Bora Z. Miloticek.

 
     
 

Il vincitore è un soggetto di sei anni, nato in Inghilterra. E’ arrivato in Belgio all età di un anno. E’ campione danese, norvegese, svedese e internazionale. Vince il Crufts nel 2008 e 2010. Nel 2009 sua sorella vince il BOB al Crufts. Nel 2011 è la volta di suo figlio.

 
     
 

La riserva è stata vinta dall’Akita Americano. E nato in Scozia quattro anni fa. E’ un pluri campione vincitore del titolo mondiale e europeo nel 2010. Si trova temporaneamente in Belgio per continuare la sua carriera. La sua residenza principale è però, sempre la Scozia. E’ esposto da Miss Daponte (GB).

 
     
     
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

<<<    >>>

Presentation - Article - Results

COUNTRIES BREEDS A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z INTERVIEW SOCIAL SPORT SHOW CONTACT

EUROPEANDOG.COM Copyright © 2011           

home  Site Map