... ... ...

SITE MAP

COUNTRIES

BREEDS

INTERVIEW

SOCIAL

SPORT

SHOW

CONTACT

Presentation Article Results Judges List Various City Other Events Villaggio Eze

Breeds Monaco Sanremo Nice Speciality Junior all Podiums Best in Show Junior Handling

 LA SEMAINE DE LA MEDITERRANÉE - 27/30.04.2012

<<<    >>>

Louis de Liedekerke - Costanza Ferraris

 

 
 

LA SEMAINE DE LA MEDITERRANÉE 2012

 
     
 

FCI - CACIB - MONACO - SAN REMO - NICE

 
     
 

Article

 
     
     
 

Il Ritorno della Settimana Mediterranea!

 
     
 

 
 

 

 
 

C’erano una volta tre gruppi cinofili che decisero di organizzare tre esposizioni internazionali nell’arco di una settimana: il Gruppo Cinofilo di Sanremo, di Monte Carlo e di Nizza (F). Una delle fondatrici era S.A.S. la Principessa Charlotte di Monaco (1898 – 1977), creatrice del Kennel Club del principato e all’epoca anche presidentessa onoraria della FCI. Sua figlia, la Principessa Antoinette de Monaco (1920 – 2011) prese il suo posto nel 1950, occupando questo incarico fino alla sua morte il 17 marzo 2011, a qualche mese soltanto dalla mostra.

 
     
 

Queste tre città organizzarono questa settimana per molti anni. Gli anni d’oro furono fra il 1970 e il 1990. Poi per problemi tecnici Nizza dovette lasciare il trio. La Settimana Mediterranea (SM) cercò di sopravvivere invitando un’altra città francese a occupare il posto vacante. Frejus accettò l’invito per alcuni anni, poi fu la volta di Sanremo di lasciare il gruppo. Per due anni la manifestazione fu organizzata a Novembre (2010 e 2011). Il 2011 fu la peggiore annata per la SM. La morte della Principessa non solo fu una grande perdita per il gruppo cinofilo monegasco, ma la triste notizia fece tremare tutta l’organizzazione della 3 CACIB. Le tre colonne si stavano sgretolando una ad una. Sanremo assente perché posticipato a novembre, Nizza rimpiazzata da Martigues (F) a circa 230 chilometri di distanza e ora Monte Carlo senza pilota. Che fare? I nostalgici della 3 CACIB davanti ad un tale terremoto decisero di riprendere seriamente la situazione in mano. San Remo aveva già risposto presente assicurando che il CACIB ligure avrebbe ritrovato il suo posto nella SM, Nizza annunciava con la gioia di tutti, il suo rientro nel trio. Gli sguardi si girarono verso il Principato. Chi avrebbe ripreso il posto della Principessa? Il posto vacante fu occupato temporaneamente dalla figlia, la Baronessa Elisabeth-Ann de Massy. Avrebbe occupato l’incarico soltanto per quella edizione oppure avrebbe risposto SI riportando il sole sulla SM?

 
     
  Aprile 2012: Il ritorno del Trio  
     
  Monte Carlo (27 28 aprile 2012)  
     
 

Era da molto tempo che i tre non si ritrovavano insieme. Il primo a realizzare che il numero 3 era quello perfetto fu Monte Carlo con 400 iscrizioni in più.

La manifestazione si svolge da qualche anno sotto il tendone del Circo, a Fontvieille, il nuovo quartiere monegasco. Nato dal mare da un cantiere faraonico, Fontvieille è piena di giardini e di parcheggi sotterranei. Un parcheggio speciale è allestito durante la due giorni anche per i camping car con tanto di vista sul mare. Quest’anno un’allerta di temporale ha obbligato le forze dell’ordine a evacuare gli ignari campeggiatori verso un luogo più sicuro, il parcheggio dello stadio. Il giorno, allerta cessata, lo stesso poliziotto li ha accompagnati di nuovo sul lungo mare, a qualche passo dalla mostra. Visto il numero dei parcheggi sotterranei, non vi è stata nessuna fila. Anche l’entrata, sotto il tendone, si è svolta senza spintoni.

Ogni cambio di presidente implica un cambio di gestione. Uno dei più grandi cambiamenti è legato al CAC assegnato durante le speciali. Questo vale il doppio. Basto dunque un CAC durante una speciale per diventare campione monegasco. Quando normalmente bisogna averne due per accedere al titolo.

 
     
  Speciale Cani da Pastori Inglesi  
     
 

Quest’anno la speciale era dedicata alle razze da pastore inglese. Non c’erano molti iscritti, anche se la giudice invitata, Mrs Brenda Banbury, è una grande specialista. Queste poche iscrizioni non erano legato alla scelta sbagliata del giudice o al poco interesse portato alla speciale ma al fatto che al di fuori del Principato se ne sapeva ben poco. Nell’era del computer dove basta premere un tasto per iscrivere il cane a questa o a quell’altra manifestazione, l’iscrivere un cane all’esposizione di Monte Carlo ci riporta indietro di qualche decina di anni. Bisogna scrivere all’ente cinofilo, sprovvisto di sito, per avere il modulo di iscrizione. Il pagamento si fa con assegno (se francese) o per vaglia internazionale. Un modo che dovrà essere rivisto soprattutto perché la Francia prevedere di eliminare gli assegni. Ora metà degli espositori sono francesi...

 
     
 

Alla speciale Pastori inglesi partecipavano: 5 Bearded Collie (BOB: Ho in Mente Te del Cuore Impavido - Italia), 4 Border Collie (Locheil Caledonia - IT), 14 Pastori Scozzesi a pelo lungo (Dygan-Blue of For Ever Young - CH), 5 Past. Scoz. A pelo corto (Grazel Atlantica “Tina” - F), 3 Bobtail (Anyway Any How of Fool’s Paradise - NL), 26 Shetland (BOB Brilyn the Jazz Master - F), 0 Welsh Corgi Cardigan e 3 Welsh Corgi Pembroke (Andvol Edelweis - Rus). Tutti giudicati dalla Sig.ra Brenda Banbury che ha in seguito giudicato anche il BIS della speciale. Sul primo gradino è salito il Bobtail. La vincitrice è nata in Olanda da due genitori olandesi. La madre è di proprietà dell’allevatore, Sig.re Sjaack Meyer, che alleva questa razza da 35 anni con l’affisso Paradise Kennel. La regina della speciale è giovane campionessa mondiale, danese, olandese e internazionale. Nel 2012 ha vinto il CC al Crufts.

Sul secondo gradino è salito lo Shetland. Nato in Inghilterra (Mohnesee Musical Illusion x Herds Hurricane Harriet – all.re Mr. Brian Hawkins) circa due anni fa, vive ora in Francia.

 
     
   
     
 

Per celebrare le speciali, l’ufficio filatelico del Principato di Monaco emette un francobollo legato a questo evento. Per il 2012 è stato scelto un Pastore Scozzese a pelo lungo. Il ritratto è stato disegnato dall’artista, Collette Thurillet, molto conosciuta non solo nel mondo della filatelia ma anche in quello dei fiori. Il soggetto rappresentato appartiene all’allevamento italiano di Cambiano.

Il Kennel Club Monegasco offriva ad ogni espositore francobollo su busta con la data della manifestazione. Le persone interessate potevano incontrare l’artista ed avere la dedica.

 
     
   
     
  L’internazionale  
     
 

La manifestazione si è svolta su due giornate. Per l’alto numero di iscritti l’ente cinofilo ha dovuto fare installare una seconda tenda. Per l’occasione erano stati invitati i pompieri di Nizza e Monte Carlo per mostrare al pubblico il lavoro dei cani del loro corpo. Una serie di esercizi che ha lasciato il pubblico a bocca aperta. Il cane non solo deve superare la paura del fuoco ma anche del vuoto.

 
     
   
     
   
     
 

Alla fine delle due giornate si sono svolti i raduni. Il BIS è stato giudicato da Lisbeth Mach (CH). Davanti a lei hanno sfilato i 10 migliori soggetti. Per il gr1 c’è stata una modifica. Il Pastore Australiano,  Cody Blue du Chemin de la Lune aux Rêves (F), non potendo ritornare il giorno seguente, ha ceduto il posto a suo successore lo Shetland, Brilyn The Jazz Master (F). Le altre nove stelle erano: il  Cane Corso,  Gimmy dei Martinotti (IT), lo Staffordshire Bull Terrier, King of Kings (IT), il Bassotto Nano a pd, Alpheratz Just Do It (IT), l’Alaskan Malamute, Ever Chasing a Dream de Laouen Ki  (F), il Grand Basset Griffon Vendéen, Jour de Noel van Tum-Tum’s Vriendjes (NL), il Setter Inglese, Fairray Holiday Surprise (IT), il Cocker Americano, Very Vigie Century Fox (F), il Barbone Nano Nero, Dior Generation Top (F) e lo Whippet, Carboncopy Blue Cristal (IT).

 
 

La corona del vincitore è andata al Barbone, una femmina di 3½. Nel suo palmares troviamo il titolo di Giovane camp. Mond. (Bratislava) e il BOB alla Mondiale di Parigi 2011. Suo padre è due volte campione europeo e sua madre ha sei titoli nazionali. La storia si ripete perché nel 2007 l’allevatore vince il BIS di Monte Carlo con il padre. La vincitrice appartiene a Nathalie Bourgeois (F), ma è presentata dal proprietario del padre, M. Loubet (F).
La RBIS è andata al Grand Basset Griffon Vendéen, un soggetto di sei anni, nato in Olanda nell’all.to van Tum-Tum’s Vriendjes. Nel palmares troviamo vari raggruppamenti fra i quali anche quello della Mondiale 2011. Jour de Noel vive temporaneamente in Italia dove è presentato da Francesco Vasanella.
Il terzo posto è andato al Cocker Americano dal mantello bianco e nero. Il soggetto, nato e residente in Francia, ha molti titoli nazionali. Nel 2011 è diventato campione del mondo. E’ presentato da Huhes Schuh.

I tre vincitori hanno avuto l’onore di ricevere il premio da S.A.S. la principessa Charlene di Monaco e dalla Baronessa Elisabeth-Ann de Massy.

 
     
  Monaco verso il futuro  
 

Dopo un anno di incertezze segnato dal passaggio del testimone fra la madre e la figlia, l’esposizione di Monaco ha di nuovo rialzato le vele. La mostra ha rimesso di nuovo un vestito colorato e il vento soffia nel giusta direzione. La maggior parte degli espositori ha notato dei miglioramenti come il tabellone elettronico con la lista dei giudici, delle razze e dei ring. Le speciali sono state valorizzate dal doppio CAC. Nel ring d’onore è stato valorizzato da un nuovo podio per il BIS e la presenza dei fior. Intorno ai ring un ristorante e un numero maggiori di stand. La presenza dei pompieri con i loro cani ha animato la giornata. Un vero ringiovanimento.

Resterebbe da fare ancora qualche ritocco. Se la presenza della Principessa ha acceso gli spot sui vincitori della finalissima, bisogna ora valorizzare le vittorie dei raggruppamenti. L’assenza del podio o dei numeri 1,2 e 3, fa spesso dubitare dell’ordine esatto dei vincitori. Se la stampa mondana ama vedere il sorriso della principessa, gli espositori vorrebbero vedere il loro cane un po’ più valorizzato con un giro d’onore nel ring davanti al pubblico oppure una foto sul podio. 

Una nota nera è stata invece sollevata dagli standisti che hanno passato due giornate senza pubblico. E’ strano a dirsi ma se la Formula 1, il Festival del Circo o il concorso floreale occupano il primo posto sui cartelloni pubblicitari o sul sito internet del Principato, la manifestazione canina non appare da nessuna parte. Una svista sicuramente da riprendere.

 
     
   
     
  29 aprile 2012: il ritorno del CACIB di San Remo  
     
 

L’internazionale di Sanremo è ritornato nella SM dopo due anni di assenza. L’anno scorso si era svolto a novembre, ospite della sede genovese. Quest’anno la manifestazione ha ritrovato la sua sede nel Mercato dei Fiori. Questo luogo ha una lunga storia: E’ da qui che partono migliaia di fiori verso le mete più lontane. Li troviamo sulle gradinate di Piazza San Pietro durante la Settimana Santa come anche sui balconi del concerto di Capodanno. Due manifestazioni trasmesse in mondovisione. Per gli espositori stranieri, l’arrivo al quartiere fieristico con tutte quelle costruzioni in vetro  è stato molto futuristico. Non si trattava di costruzioni con pannelli solari ma ben sì delle serre.

Il 29 Aprile, i fiori hanno ceduto il posto a tanti altri espositori: non floricultori ma cinofili. I parcheggi, normalmente occupati da camion frigoriferi hanno aperto i loro cancelli verso le 8.00 sotto un bel temporale. Il sole aveva preferito restare sulla Costa... Azzurra.

 
     
   
     
 

Il programma era molto pesante. La mattina fino alle 14.00 si svolgeva l’internazionale mentre nel pomeriggio, i ring vuoti venivano occupati da una ventina di raduni. Impossibile seguirli tutti. Quello del Cane Lupo Cecoslovacco è stato giudicato dalla Sig.ra Lisbeth Mach (CH). La competizione si è svolta in casa visto che tutti i concorrenti era italiani. La reputazione del livello dell’allevamento italiano è conosciuto in tutta Europa. Ha persino avuto i complimenti dal creatore della razza durante la mondiale di Bratislava. La giudice svizzera ha assegnato il BOB a  Be Crazy Safira e il BOS Ulisse Passo del Lupo.

 
     
   
     
 

Un altro raduno molto seguito è stato quello dei Pastore Scozzese. Se la versione e pelo lungo ha una lunga storia in Italia, quello a pelo corto non ha mai avuto dei grandi allevatori. Il raduno è stato giudicato da Alan Jones. C’erano 27 soggetti a pelo lungo.Il  BOB è andato a Unbelievable Blu di Cambiano mentre il BOS è stato vinto dal maschio Deanvandamme di Paradise Collies.

 
     
 

L’internazionale festeggiava questo anno il suo 63° compleanno con 1423 cani. I ring erano molto spaziosi e la hall luminosa. Tutto intorno ai ring erano stati disposti dei corridoi dove era vietato installare le gabbie e le sedie. Questo facilitava la circolazione fra un ring e l’altro come anche il loro accesso. 

La giuria era composta da persone provenienti da sette paesi diversi. Una scelta che aveva attirato espositori di tutta Europa. I Russi attratti dalle tre internazionali della SM e dal CACIB di Alessandria, qualche giorno dopo, hanno organizzato una vera trasferta con dei Bus super attrezzati.

Il ring d’onore seguiva il protocollo nazionale. La sfilata è stata aperta dalle razze italiane, giudicate dall’avv. Paolo Dondina. Sul primo gradino è salito il  Pastore Maremmano Abruzzese,

Giotto di Lucus Angitiae (IT), sul secondo  è arrivato lo Spinone Italiano, Ludstar Demetrio (IT) e sul terzo il Lagotto Romagnolo, Il Granaio dei Malatesta Delia (IT). Molti sono stati sorpresi di vedere l’Avvocato incerottato. L’organizzazione ha assicurato che non si trattava né di un cane un po’ agitato né di un regolamento di conti fra un espositore non troppo contento e il giudice.

Il BIS è stato giudicato da Mrs Brenda Banbury (GB). Le 10 star erano: il Bearded Collie, Ho in Mente Te del Cuore Impavido (IT), il Bulldog Inglese, Best Bulldogirona Maremagnum (Esp), il Norwich Terrier, Debeaux Zac Attack (RUSS), il Bassotto Nano a pd, Amaonoraerispetta del Wanhelsing (IT), il Pomerania, Upstart Fora Sun Blush (IT), il Grand Basset Griffon Vendéen, Jour de Noel van Tum-Tum’s Vriendjes (NL), il Setter Gordon, Ludstar Don Miguel (IT), il Cocker Spaniel Inglese, Francini’s Negritta (IT), il Chihuahua a pc, Music Velvet Francisco Duval (IT), e il Levriero Spagnolo, Paquirri Do Promentoria da Lua (HU).

Il primo posto è andato al Pomerania, il secondo al Bearded Collie mentre il terzo al Grand Basset Griffon Vendéen.

Il vincitore del BIS è nato in Russia ma vive in Italia. Suo padre (Upstart fora Monza’s Gem Onyx) è russo mentre sua madre (Mythical Keep on Dreaming) è canadese. Nel suo palmares troviamo diversi BIS fra I quail quello di Ancona 2012. Il suo proprietario, R. Gentili (IT) alleva Pomerania da una tentina d’anni.

Il vincitore della Riserva è nato in Italia da Potterdal Miami Star (GB) e da Firstprizebears Denver (B)..

Il terzo ha un lungo palmares. Nato in Olanda sei anni fa è campione olandese e lussemburghese. Camp. Europeo 2008 e mondiale 2009 e 2010 e 2011.

The Grand Basset Griffon Vendéen, has a very important palmares. He is Dutch and Luxembourg champion, 2008 European champion, 2009 and 2010 World Champion. Nel 2011 oltre al titolo mondiale ha vinto anche il raggruppamento. Nel 2011 in Olanda è stato proclamato miglior GBGV e 3° miglior soggetto assoluto.

 
     
  Alcuni commenti dei vincitori e gruppi  
     
 

Gr 1  Giudice : R. Doedijns (NL)

 
     
 

BOG : 173 i soggetti del gr1. La razza del Bearded Collie (7 soggetti) era giudicata da Andrew Brace (GB). Il vincitore, iscritto in classe campione (2 soggetti, è un soggetto di 5 anni. E’ nato in Italia da padre inglese (Potterdal Miami Star) e da madre belga (Firstprizebears Denver) nell’allevamento del Cuore Impavido, che ne è anche il proprietario. E’ campione croato, italiano, lussemburghese, sloveno, internazionale e giovane campione europeo. E’ presentato da Olga Klimova.

 
 

Bearded Collie: Ho in Mente Te del Cuore Impavido O: del Cuore Impavido (IT)

 
     
 

Gr 2  Giudice : Paolo Dondina (IT)

 
     
 

BOG : 292 i soggetti del gr2. Il Bulldog Inglese (15) è stato giudicato da Brenda Banbury (GB). Il vincitore, iscritto in classe campione, è un soggetto di 2½ anni, è nato in Spagna. E’ stato comperato quando era un cucciolo. E’ campione francese e internazionale. Appartiene all’allevamento spagnolo Major Bulldog che seleziona la razza da una decina di anni.

 
 

Bulldog Inglese. Best Bulldogirona Maremagnum O: J. Barragan (ESP)

 
     
 

Gr 3  Giudice : Jean Paul Kerihuel (F)

 
     
 

BOG : 166 i soggetti del gr3. 13 soggetti giudicati da Sylvie Desserne (F). Il vincitore, iscritto in classe libera, è un soggetto di 5 anni, nato in Inghilterra ma con passaporto russo. E’ un pluri campione. E’ presentato dalla proprietaria che alleva questa razza dal 1999.

 
 

Norwich Terrier: Debeaux Zac Attack O: T. Dudareva (Russia)

 
     
 

Gr 4  Giudice : Pietro Marino (IT)

 
     
 

BOG : 79 soggetti. I Nani a pd (14) sono stati giudicati da Giovanni Pentenero (IT). Il vincitore, iscritto in classe libera, è nato in Italia da genitori italiani (Remo del Lagoprile x Solcampamelié). E’ un cane di 2 anni, campione italiano, Bundessieger, Europasieger. Questo soggetto ha ricevuto un premio offerto in ricordo di S.A.S. la Principessa Antoinette de Monaco, deceduta l’anno scorso, grande appassionata di questa razza.

 
 

Bassotto Nano a pd: Amaonoraerispetta del Wanhelsing O: del Wanhelsing (IT)

 
     
 

Gr 5  Giudice : Giocchino Murante (IT)

 
     
 

BOG :124 cani nel gr 5. Lo Spitz nano (7) è stato giudicato da Valerio Nataletti (IT). Iscritto in classe campioni (4), il vincitore del 5° raggruppamento è un soggetto nato in Russia ma residente in Italia. Suo padre (Upstart fora Monza’s Gem Onyx) è di allevamento russo, mentre sua madre (Mythical Keep on Dreaming) è canadese.  Nel palmares di Upstar troviamo diversi BIS fra i quali quello di Ancona 2012. Il suo proprietario alleva spitz da una trentina di anni.

 
 

Spitz nano: Upstart Fora Sun Blush O: R. Gentili (IT)

 
     
 

Gr 6  Giudice : Jean Paul Kerihuel (F)

 
     
 

BOG : 55 soggetti. L’unico rappresentante della razza, giudicata da Lisbeth Mach, provviene dalla Olanda. Si trova per qualche mese in Italia. Nel suo palmares troviamo il titolo lussemburghese e olandese, campione europeo 2008 e mondiale 2009 e 2010. Nel 2010 vince il BIS a Courtrai (B), nel 2011 il BIS al Paris Dog Show. Nel 2011, in Olanda è proclamato Top Dog della sua razza come anche 3 miglior soggetto assoluto. Il suo palmares è lungo come la storia della sua allevatrice che non conta più i podi che ha scalato insieme con i suoi cani. L’allevamento van Tum-Tum’s Vriendjes alleva Grand e Petit Griffon Vendéen in Olanda da una ventina d’anni.

 
 

Grand B. Griffon Vendéen: Jour de Noel van Tum-Tum’s Vriendjes O: M. Huikeshoven (NL)

 
     
 

Gr 7  Giudice : Francesco Balducci (F)

 
     
 

BOG : 93 soggetti. Il Setter Gordon (5) è stato giudicato da Amedeo Bottero (IT). Il vincitore era iscritto in classe lavoro (3). Da notare che sia il primo che il secondo vincitore del gruppo 7 provengono dallo stesso allevatore, Michele Ivaldi. Egli è più conosciuto come allevatore di Setter Gordon, con i quali ha vinto anche un gruppo a Parigi 

 
 

Gordon Setter: Ludstar Don Miguel O: G. Segato (IT)

 
     
 

Gr 8  Giudice : Amedeo Bottero (IT)

 
     
 

BOG : 81 soggetti. La famiglia dei Cocker Inglesi è stata giudicata da Elisabeth Mach (CH). Il vincitore è una femmina nera di 16 mesi. Nel suo palmares troviamo il titolo di Giovane Promessa Enci. Entrambi i genitori provengono dall’allevamento Francini’s di Angela Francini. Questo allevamento seleziona Cocker Inglesi da 21 anni.

 
 

Cocker Spaniel Inglese: Francini’s Negritta O: F. Luciani (IT)

 
     
 

Gr 9  Giudice : Jean Paul Kerihuel (F)

 
     
 

BOG : Con 287 soggetti, il gruppo 9 era quello più numeroso dell’esposizione. La famiglia dei Chihuahua era rappresentata da 49 soggetti: 22 a pc e 27 a pl. Il vincitore del raggruppamento era a pelo corto. Unico maschio (3 anni) in classe campioni fa parte di una lunga serie di campioni provenienti dall’allevamento Music Velvet di Francesco di Paola Nuzzo (IT). Francisco Duval non è al suo primo podio. All’esposizione Internazionale di Milano 2012, ha vinto la RBIS.  E’ presentato da Francesco Vasanella (IT).

 
 

Chihuahua a pc: Music Velvet Francisco Duval O: R. Gozzi (IT)

 
     
 

Gr 10  Giudice : Sylvie Desserne (F)

 
     
 

BOG : 73 levrieri. Unico rappresentante della razza è stato giudicato da Gioacchino Murante (IT). E’ un maschio nato in Portogallo cinque anni fa. Iscritto in classe campioni, è campione del mondo (Bratislava – 2010), ed europeo (Dublino – 2010). Il titolo più importante per il suo handler, Janos Turzo (HU) è quello spagnolo mentre il viaggio più lungo è quello di Puerto Rico.

 
 

Levriero Spagnolo: Paquirri Do Promentoria da Lua O: Csermak-Turzo (HU)

 
     
  30 Aprile – il ritorno di Nizza (F)  
     
   
     
 

L’ultimo appuntamento della SM è stato il CACIB di Nizza. Come Sanremo si svolgeva su una giornata. Anche se Nizza faceva parte del trio, non è ancora riuscita a trovare una sede definitiva. Avanza a tentativi. Il palazzo delle esposizioni della città che ospitava all’origine la manifestazione si è rivelato nel tempo troppo centrale e assai difficile da raggiungersi. Si è cercato allora di portare la manifestazione un po’ più verso la periferia. La scelta di quest’anno è andata ad un teatro assai grande dove si organizzano concerti, balletti e pezzi teatrali. Anche se la posizione rispetto all’autostrada è ottimo, rimane una sede assai piccola per i 1600 cani, soprattutto in una giornata di pioggia dove lo spazio esterno è inutilizzabile al 100%.

 
 

L’accoglienza esterna resta molto a desiderare. Il palazzetto è mal segnalato come anche l’accesso ai parcheggi. Come tante pecore, sono stati molti gli espositori che si sono incanalati in una strada che sembrava portare ai parcheggi che poi si è rivelata la corsia del bus che collega il palazzetto al centro città. Se una parte degli espositori era imbottigliati in questa corsia, gli altri anche se arrivati prima fremevano davanti ai cancelli del palazzetto che restavano chiusi ad una ora dall’inizio dei giudizi. La situazione era ancora più tragica perché fuori diluviava. Un entrata unica per tutta quella gente era troppo poca e il peggio è stato evitato, grazie forse a Sant’Hubert. Spingo io che spingi tu, quella ressa ha rischiato di sfondare le cancellate, stanca sopratutto di tenere in braccio i loro cani e gli ombrelli allo stesso tempo.

 
 

Il tepore del palazzetto e le scuse del presidente hanno riscaldato i cuori e raffreddato i bollenti spiriti. Ci si accorge in questi momenti che se il Gruppo Cinofilo è responsabile dell’organizzazione della mostra, la sicurezza e l’organizzazione interna è in mano al quartiere fieristico. Così dopo una mezz’ora di fila, gli espositori hanno scoperto che i bar erano sprovvisti di cornetti, che il caffé era insufficiente e a mezzo giorno ci si cibava soltanto di hot dog fornito con del pane in cassetta. Che vergogna.

 
 

La sorpresa meno divertente è stata per quei giudici e i segretari di ring che hanno scoperto che il loro ring era all’esterno. Sì coperto da una bella tenda, ma al freddo e all’umido.

Tutto è bene quello che finisce bene.

Nizza era l’ultimo appuntamento della SM. Alla fine della giornata è stata fatta la lista dei vincitore che accedevano al titolo onorifico di Campione della Settimana Mediterranea 2012. Per vincere questo titolo bisognava aver vinto i tre CACIB. Sono stati una ottantina a sfilare nel ring d’onore.

 
     
 

In Francia si svolgono due BIS: una per la classe giovane e una per gli adulti.

 
     
   
     
 

La prima finalissima è stata giudicata da Paolo Condo (IT). I primi tre giovani ad iniziare brillantemente la loro carriera sono stati: il Pastore Tedesco, Roccapina Gina (IT), il Basenji, Signet Meisterhaus Innuendo (F) e il Bichon Frisé, Keymaker’s U Fly To My Hart (D).

 
     
 

La finale adulte è stata giudicata da  Laurent Pichard (CH). Nel ring sono entrati il Cane Bianco Svizzero, Echo du Domaine des Ternes (F), lo Zwergschnauzer nero argento, Scedir Humpreybogart (IT), il Norwich Terrier, Debeaux Zac Attack (RUSS), til Bassotto Standard a pd, Ohotnichyi Azart Virsavia Vamp Lady (RUSS), il Samoyed, Cabaka’s Bobbie of Storm Cat (IT), il Rhodesian Ridgeback, Shangani Bekua Shoka (F), lo Spinone Italiano, Recrue Cherriecola To  Chandhally (GB), il Lagotto Romagnolo, Emilia della Taparina (IT), il Barbone Nano Nero, Dior Generation Top (F) e l’Afgano, Fantin l’Aine d’Ultimathor (F).

 
 

La sua scelta è andata al Samoiedo, poi si è spostata sul Barbone Nano per poi finire sul Cane Bianco Svizzero.

 
     
 

Il presidente, Jean-Jacques Mornbelli, si è scusato ancora con gli espositori per quello scontento provato all’inizio della giornata, promettendo loro che non si sarebbe più ripetuta una cosa del genere.

La SM ha chiuso le sue porte, ma molti degli espositori avevano già programmato il loro navigatore per puntare sull’Internazionale di Alessandria. Se non c’è due senza tre, non c’è tre senza quattro. E se fosse un nuovo inizio a QUATTRO?

 
     
     
     
     
     
     
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

<<<    >>>

Presentation Article Results Judges List Various City Other Events Villaggio Eze

Breeds Monaco Sanremo Nice Speciality Junior all Podiums Best in Show Junior Handling

COUNTRIES BREEDS A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z INTERVIEW SOCIAL SPORT SHOW CONTACT

EUROPEANDOG.COM Copyright © 2011           

home  Site Map